Seguici su

Da Smart City a Smart Landscape

Con il paradigma Smart Landscape si avvia la transizione da un modello statico a pillar verticali, con al centro cittadini e imprese, ad un modello olistico e dinamico di governance delle relazioni tra entità, quali persone, enti regolatori, imprese, dispositivi, etc.

Nel nuovo Piano triennale 2019-2021 si avvia la transizione da un modello statico, con al centro cittadini e imprese, ad un modello dinamico di governance delle relazioni tra entità. 

La logistica è una risorsa strategica per l’economia nazionale, uno strumento di politica industriale in grado di valorizzare le eccellenze del sistema produttivo e promuovere lo sviluppo del trasporto ecosostenibile e la tutela dell’ambiente.

Il modello Smart Landscape, mediante l’utilizzo di tecnologie abilitanti quali IA, IoT e Blockchain, declina al suo interno un nuovo paradigma per la Smart Logistic finalizzato all’integrazione dei servizi e alla completa digitalizzazione della catena logistica, alla realizzazione di soluzioni smart basate sull’utilizzo di fast corridor e nodi logistici interconnessi e sulla ottimizzazione di tempi e costi di spostamento delle merci, garantendo safety e security.

Il Piano Triennale introduce per la prima volta una sezione dedicata alle amministrazioni che stanno affrontando progettualità in un’ottica di modernizzazione dei servizi, attraverso processi che stimolino la domanda pubblica e accrescano la competitività dei territori. 

Il Piano fa evolvere il concetto di Smart city verso il modello “Smart Landscape”, al fine di rendere interoperabili le soluzioni verticali sviluppate e pervenire ad una gestione intelligente e sicura della mobilità delle persone e delle merci.

Con Smart Landscape si avvia la transizione da un modello statico, con al centro cittadini e imprese, ad un modello dinamico di governance delle relazioni tra entità (persone, enti regolatori, imprese, dispositivi, etc.).

Il nuovo modello va oltre i confini geografici del contesto urbano, includendo nella governance delle relazioni gli impatti sulle imprese appartenenti all’intera catena logistica e sul movimento delle merci nella pluralità dei nodi logistici: porti, aeroporti e imprese di distribuzione.

Approfondimenti

Tra le linee di azione del Piano Triennale per l’informatica nella PA 2019-2021 sono previste la definizione operativa del modello e lo sviluppo della Smart Landscape Platform a disposizione delle Amministrazioni che intendano avviare un percorso di smartness per la propria area di competenza. Leggi il paragrafo 10.2 del Piano.

Consulta la presentazione di Teresa Alvaro, direttore generale di AgID “Il Piano Triennale 2019-2021 e le azioni per la digitalizzazione della catena logistica”, all’incontro del 18 giugno 2019 organizzato dall’Agenzia Dogane e Monopoli.

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento

Ultimi articoli

News & Eventi 7 Febbraio 2020

Come costruire una Smart Region partendo dalle Smart City

  La due giorni promossa a Venezia da Regione del Veneto, che a Venezia ospita un confronto fra protagonisti dell’innovazione dei territori, tra cui AGID, dove nell’ambito del progetto “Smart Veneto Region Platform – My Data”,  l’Amministrazione sta attuando assieme alle locali Autorità Urbane in collaborazione con gli stakeholder regionali e nazionali.

News & Eventi 13 Gennaio 2020

Al via Smart Ivrea project

  Il progetto, di cui AgID è capofila, è stato ammesso a finanziamento a valere sul Fondo per lo sviluppo e

News & Eventi 13 Gennaio 2020

Tim, al via Smart Ivrea project

  AGID in qualità di soggetto capofila del raggruppamento guiderà la progettazione e l’implementazione della prima istanza di piattaforma nazionale per la gestione delle comunità intelligenti, come richiesto dal DL 179/2012 art.

News & Eventi 13 Gennaio 2020

Bando MiSe su 5G, al primo posto i progetti dell’Ateneo di Cassino con CNIT e TIM e quello di Siae con Wind Tre e AGID

  I 6 vincitori del bando del Mise per la sperimentazione, la ricerca applicata ed il trasferimento tecnologico attraverso le reti cellulari 5G in ambito urbano.

torna all'inizio del contenuto